Il Giallista

Interviste, recensioni e news dal mondo del giallo... e non solo. A cura di Marco Tiano




mercoledì 19 aprile 2017

Recensione: NEL BUIO DELLA MENTE di Paul Tremblay - Nord Editrice


Siete amanti delle storie forti? Il vostro film preferito è "L'Esorcista"?
Be', allora NEL BUIO DELLA MENTE di Paul Tremblay, edito da Nord Editrice, è il libro che fa per voi.
"Nel buio della notte" è un thriller con chiari riferimenti al genere horror. Si tratta di una lettura per chi è abituato alle storie intense, che non storce facilmente il naso o si impressioni.
Non si tratta del solito horror, incentrato solo sulla possessione. Innanzitutto, c'è da segnalare lo stile narrativo: particolare e insolito.
La storia, infatti, è narrata sia dai protagonisti, che attraverso dei post di blog.
La vicenda ha come tema centrale quello della possessione, ma gestito e strutturato dall'autore in un modo nuovo.
Il tutto ha inizio quando la quattordicenne Marjorie inizia ad avere strani comportamenti. Dapprima, la famiglia li associa a stress o alla personalità esuberante della giovane. Ma, man mano che gli episodi strani aumentano di intensità, mettendo in pericolo la ragazza e la sua famiglia, il padre John Barrett decide di consultare un uomo di chiesa. La ragazza, agli occhi di padre Wanderly, è chiaramente posseduta dal diavolo.
La famiglia Barrett è in pessime condizioni economiche, e sostenere le cure mediche - o di qualsiasi altro genere - per salvare la figlia diventa un'impresa. A questo punto, John non ci pensa due volte ad accettare la proposta della TV, di realizzare un reality su Marjorie. La produzione seguirà l'intera famiglia per qualche settimana, fino al momento dell'esorcismo da parte di padre Wanderly.
Il reality si intitola LA POSSESSIONE, e si rivela subito un successo, causando anche molti disagi alla famiglia, che viene presa d'assalto da religiosi e fanatici.
Sembra procedere tutto bene, fino a quando tutto termina con una tragedia.
Adesso, sono passati quindici anni, e l'unica sopravvissuta della famiglia è la piccola Merry, che all'epoca aveva otto anni.    
Mery viene contattata da da una giornalista, Rachel, che vuole sapere cosa è veramente accaduto durante quelle settimana, e soprattutto nella puntata finale, dove si è consumata una tragedia.
Mery non ricorda bene, ma Rachel intuisce che sappia più di quanto dia a vedere.
Molti pensavano che si fosse trattato solo di una messa in scena, un modo per risollevare le sorti economiche della famiglia. Eppure, qualcosa è andato storto.
Solo Mery conosce la verità. Solo Mery sa cosa è successo.
Mery non ricorda davvero molto, oppure sta nascondendo un segreto? Forse, quello che è successo è stato talmente terribile e scioccante, che la mente di Mery ha rimosso tutto?
Rachel è decisa a scoprire la verità, e non mollerà Mery fin quando non la scoprirà.
In "Nel buio della mente" ci sono chiari riferimenti a film cult del genere (soprattutto a "L'esorcista", che viene nominato più volte dall'autore), ci sono scene classiche dell'horror, che siamo abituati a vedere nei film, ma il tutto è gestito in modo da rendere la lettura coinvolgente e abbastanza appassionate. Alla vicenda classica della possessione, è associato il mistero sulle reali condizioni di Marjorie. Fino alla fine, non si è certi se la ragazza sia realmente posseduta, o stia solo fingendo.
L'autore presta molto attenzione alla caratterizzazione dei personaggi, e alle dinamiche della famiglia.
Oltre a essere un horror, questo romanzo è anche un thriller psicologico, un mystery.
In conclusione, NEL BUIO DELLA MENTE è una buona lettura, che appassionerà sia glia amanti del genere horror - con i suoi elementi tipici, quali arrampicate per i muri, urla, cambiamenti di voce - che del thriller classico, dove la curiosità di scoprire la verità e il dubbio non vi abbandoneranno fino alla fine.
Consigliato!

NEL BUIO DELLA MENTE
Paul Tremblay
Editore: Nord Editrice
Pag.: 360
Prezzo: €16,90
Uscita: 26 Gennaio 2017

                                                           

ESTRATTO:
Urla strazianti svegliano John Barrett nel cuore della notte. Quando si alza, l'occhio implacabile di una telecamera lo segue fin nella stanza di Marjorie. E, come ogni notte, John si chiede se abbia fatto bene a dare in pasto la sofferenza di sua figlia quattordicenne a un'emittente televisiva. Ma non aveva scelta. Da ormai un anno, Marjorie mostra i sintomi di un grave disturbo mentale e finora nessuna terapia si è rivelata efficace. Perciò John si è lasciato convincere da padre Wanderly che la ragazza non sia affatto malata, bensì posseduta da uno spirito demoniaco. E sempre padre Wanderly lo ha messo in contatto con un regista, interessato a documentare le varie fasi dell’esorcismo e disposto, in cambio, a pagare tutte le spese e le ingenti parcelle mediche che si erano accumulate nel corso dei mesi. Suo malgrado, John ha accettato. Forse la fede arriverà là dove la scienza ha fallito e, in ogni caso, di certo Marjorie non può peggiorare…

L'AUTORE:
Paul Tremblay è nato ad Aurora, nel Colorado, nel 1971. Dopo la laurea in matematica, ha lavorato per diversi anni come professore in una scuola superiore di Boston. La sua vera passione, però, è sempre stata la narrativa, cui ora si dedica a tempo pieno.

Nessun commento:

Posta un commento